4 Trucchi per la lavagna a fogli mobili

Quando sei al fianco di una lavagna presentati al meglio.
Non tutti i professionisti la pensano così.
Pensano che la lavagna è un articolo di cancelleria.

Non è colpa loro, mettono i loro sforzi in altre attività e si dicono:

Ma che sarà mai?
Lo scrivo sulla lavagna.
Lo vedono tutti!

Ti è mai capitato di fissare lavagne senza capire cosa vi fosse scritto?
Purtroppo molti formatori sottovalutano le semplici regole di base da seguire per usare perfettamente una lavagna a fogli mobili.

Ci sono alcuni trucchi, piccoli segreti, che ti permettono di dare la migliore prestazione con una lavagna a fogli mobili.
I trucchi che ti diciamo sono molto semplici ed efficaci e risolvono ogni possibile disagio!


Potrai così focalizzarti solo sulla tua coaching in modo ancora più disinvolto e sicuro.


Devi sapere che la lavagna è sia uno strumento statico che dinamico estremamente versatile, puoi attivare brainstorming con la sala e schematizzare le tue idee in ogni momento.
Sia tu che il tuo pubblico avrete grandissime soddisfazioni da questi momenti di condivisone!
Quando usi la tua lavagna a blocchi, tieni a mente questi 4 semplici suggerimenti:

  1. Quando scrivi, taci. Prima scrivi e poi parli: se non lo fai corri il rischio è distrarre la platea che non saprà più se seguire cosa scrivi o cosa dici.

  2. Controlla di avere tutto il materiale, carta e pennarelli. Ricontrolla.
    A tal proposito, verifica sempre che i tuoi pennarelli siano funzionanti! Non c’è niente di peggio di mettersi alla lavagna e avere i markers che non scrivono.

  3. Lascia la prima pagina bianca oppure scrivici un titolo, ad esempio quello del tuo corso. Servirà per accogliere i tuoi clienti ed "oscurare" la lavagna nei momenti di pausa.

  4. Prepara la tua lavagna in anticipo: tu sarai tranquillo e il tuo pubblico non dovrà attendere mentre tu disegni e scrivi sulla lavagna.

Al tuo successo!

Commenti

Lascia il tuo commento

Top